Valle del Cornappo Karnajska dolina

Il Comune di Taipana sorge tra i primi rilievi delle Prealpi Giulie, nel bacino del torrente Cornappo. Piccoli paesi immersi nel verde e nel silenzio della montagna abitati da persone che coltivano e tramandano con orgoglio la storia del loro territorio, a cavallo tra Friuli e Slovenia. I molti toponimi sloveni rimasti sono fondamentali per ricostruire la storia del territorio nei suoi aspetti geografici ed antropologici. La valle del Cornappo, montuosa e appartata ma pittoresca, si trova tra la zona di Breginj e la valle del Torre, sul punto d’incontro tra la Slovenia e il Friuli. I paesi di Taipana, Cornappo, Debellis, Monteaperta, Montemaggiore di Taipana, Platischis, Prossenicco sono disseminati in strette vallate e su ripidi pendii. Nei pressi di Prossenicco, dalla confluenza del Rio Bianco e del Rio Nero nasce il fiume Natisone. In passato il territorio era legato ai paesi del circondario di Breginj, ma anche a Caporetto e a Tolmino. Dopo la Seconda guerra mondiale a causa della chiusura del confine tra l’Italia e la Jugoslavia e della mancanza di posti di lavoro, gli abitanti hanno iniziato a emigrare verso la pianura, ma anche in Francia, Belgio, Australia e America. L’emigrazione verso le città è proseguita anche dopo il terremoto del 1976. I paesi sloveni, stretti intorno alle loro chiese, si stanno così spopolando. Ne ha risentito anche l’idioma sloveno della valle, sebbene alcune persone si siano adoperate per conservarne testimonianze negli scritti dialettali, nei micro-toponimi, nelle poesie e nei detti popolari. Fulcro dei paesi, la chiesa; le più importanti sono quelle di Monteaperta, intitolata alla S.S. Trinità (Sveta Trojica) che risale al 1455 e dove è possibile vdere affrescchi del 16.secolo e quella di S. Leonardo a Prossenicco con la via Crucis in sloveno. A Prossenicco è possibile visitare la črna Kuhinja, rimasta intatta come nel dopoguerra e vedere le esposizioni con i ricordi del paese nonchè mangiare piatti tipici che nel passato venivano preparati dalle nostre nonne, salumi fatti in casa, formaggi delle montagne vicine; il formaggio più famoso è il caprino dell’agriturismo vicino, e vi sono anche la carne locale, frutta e verdura e tante altre prelibatezze locali. E non dimentichiamo il Natisone, che nasce nelle vicinanze di Prossenicco e deriva dalla confluenza del Rio Bianco o nel Rio Nero, i quali ambedue scendono dal versante meridionale della catena del Monte Maggiore. Presso la sede del comune a Taipana è possibile vedere la collezione “Testimonianze della civilta’ contadina”. Il comune di Taipana offre località d’interesse naturalistico e paesaggistico conservatesi nei secoli intatte fino a noi, collegate da una rete di sentieri naturalistici e sterrati costellate da salti d’acqua e da sorgenti e grotte, meta di escursioni che si possono effettuare sia in bicicletta o in mountain bike che a piedi.

Menu